Patrimonio documentario

Presentazione

   L'elenco dei fondi archivistici consultabili è stato ordinato alfabeticamente, senza altre distinzioni, e suddiviso in più pagine per agevolarne la lettura; ciascuna pagina è denominata con le tre lettere iniziali che identificano, rispettivamente, il primo e l'ultimo fondo presente in quell'elenco.
 
   La creazione di una seconda sede ha comportato una ridistribuzione della documentazione posseduta: per distinguerla si è adottata una diversa colorazione, rispettivamente

     COLORE ROSSO: consultabile presso la sede istituzionale di via M. D’Azeglio, 45;
     COLORE NERO  : consultabile presso la sede sussidiaria di via La Spezia, 46.

  Inoltre, il carattere grassetto indica un titolo comune, che rimanda a un elenco (.pdf) di una certa lunghezza, che è riepilogativo di fondi o di documentazione omogenei.

  Per il pronto reperimento delle informazioni cercate, si suggerisce il ricorso al motore di ricerca interno al sito, che è attivabile mediante il comando “Ricerca”, posto in testata.

   Sebbene non del tutto aggiornata, a seguito dei numerosi lavori di riordino archivistico e nuove acquisizioni intervenuti nel corso di questi anni nel nostro, come in altri Istituti, la “GUIDA GENERALE DEGLI ARCHIVI DI STATO ITALIANI”, si conferma uno strumento tuttora valido, per orientarsi nella scoperta del patrimonio posseduto dagli archivi nazionali.

   Essa è presente in rete, in una duplice veste: la prima, è la mera riproduzione del capitolo ‘cartaceo’ della “Guida” ( nel nostro caso, Parma ), che offre un quadro sufficientemente esaustivo e ragionato del patrimonio allora consultabile (la gran parte), ripartito per periodi e/o partizioni.
   La seconda è la versione “Guida-online”, che riporta, sia la tradizionale edizione cartacea, sia quella nuova informatizzata, un database con i relativi strumenti di ricerca e interrogazione.

   Non ultimo, presso la biblioteca degli Archivi di Stato dovrebbe essere reperibile il volume "SYNOPSIS AD INVENIENDA - L'ARCHIVIO DI STATO DI PARMA ATTRAVERSO GLI STRUMENTI DELLA RICERCA (1500-1993)" e “AGGIORNAMENTI 1995-1999” di Antonella Barazzoni e Pierluigi Feliciati, uno strumento prezioso - seppur anch’esso non aggiornato -  che riporta una descrizione dettagliata dei fondi disponibili e dei relativi inventari di corredo.

Pianificare la visita all'Archivio

  Nel dubbio, per confermare verso quale sede orientarsi e pianificare al meglio la permanenza, si invita a contattare anticipatamente l’ufficio, per ricevere le indicazioni del caso.

  Per avere conferma circa la mera localizzazione di documentazione già individuata, è sufficiente chiamare il numero telefonico 0521.23.31.85, mentre per ricerche di cui non si abbiamo riferimenti precisi, si rimanda all’uso della posta elettronica, all’indirizzo as-pr@beniculturali.it. Nella richiesta di informazioni è indispensabile riportare tutte le notizie di cui si sia già a conoscenza, per ricevere le indicazioni archivistiche e l'ubicazione della relativa documentazione, se presente.